Just another WordPress.com site

Archivio per giugno, 2017

Giorgio Caproni, “Versicoli quasi ecologici”

Sisohpromatem (Marco Vignolo Gargini)

Risultati immagini per giorgio caproni

Versicoli quasi ecologici

 

Non uccidete il mare,

la libellula, il vento.

Non soffocate il lamento

(il canto!) del lamantino.

Il galagone, il pino:

anche di questo è fatto

l’uomo. E chi per profitto vile

fulmina un pesce, un fiume,

non fatelo cavaliere

del lavoro.

 

L’amore

finisce dove finisce l’erba

e l’acqua muore. Dove

sparendo la foresta

e l’aria verde, chi resta

sospira nel sempre più vasto

paese guasto: Come

potrebbe tornare a essere bella,

scomparso l’uomo, la terra.

 

Giorgio Caproni, Versicoli quasi ecologici – RES AMISSA (1991)

https://www.ultimenotizieflash.com/curiosita/news-dal-mondo/2017/06/21/analisi-del-testo-maturita-2017-giorgio-caproni-con-versicoli-quasi-ecologici

View original post


Le polemiche sul mio articolo sulla fotografia. E sul perché non dobbiamo svenderci

Roberto Cotroneo

Alcune cose per chiarirci. Venerdì scorso ho scritto un post sul mio blog dedicato alla fotografia (lo trovate qui: http://robertocotroneo.me/2014/10/10/fotografia/ ) . Dicevo con molta chiarezza che anche la fotografia, come è accaduto per la musica in Mp3, come avviene con certe forme di self publishing, e persino con certa arte contemporanea, soffre di un crollo della qualità. Dovuto a due fattori concomitanti. Il primo è l’uso logico ma anche esagerato delle fotocamere digitali sugli smartphone. Fotocamere che non hanno la qualità sufficiente per scattare delle foto che si possano vedere oltre i piccoli schermi di tablet, cellulari o computer. La seconda è questa moda di semplificare la postproduzione (non parlo di Lightroom o di Photoshop ma parlo dei programmini che girano sugli smartphone) portando alla saturazione qualsiasi foto, aumentando contrasti, luminosità, ombre, alte luci e nitidezza. Un po’ come nei cattivi ristoranti dove si esagera con il peperoncino, con il…

View original post 626 altre parole